#IdeeItalia, una scommessa vinta

di Mariastella Gelmini

Come ha scritto qualche giornale, #IdeeItalia rappresenta una scommessa vinta. Perché l’intenzione di realizzare questa iniziativa è affiorata soltanto poche settimane fa e non era facile mettere in piedi un progetto credibile e capace di coinvolgere migliaia di persone. Grazie alla disponibilità dei relatori e all’impegno di tanti giovani volontari, con Paolo Romani, capogruppo Forza Italia al Senato, siamo riusciti a dar vita a #IdeeItalia – La voce del Paese, prima tappa di un percorso ben più lungo che, magari, continueremo nei prossimi mesi.

Tre giorni intensi di incontri, dibattiti e approfondimenti che hanno avuto come protagonisti imprenditori, professionisti, esponenti della società civile, associazioni, studenti, sindaci e amministratori locali. E poi il gran finale domenica mattina, con l’intervento del presidente Silvio Berlusconi, in una sala “Duomo” gremita.
Il successo di #IdeeItalia sta nei numeri, oltre che nel clima che si respirava all’Hotel Gallia in questi giorni: 15 workshop, 3 approfondimenti, 115 relatori, 200 giornalisti accreditati, migliaia di partecipanti. Tra questi, tantissimi giovani che hanno seguito con interesse gli argomenti trattati: dal lavoro all’innovazione, dal welfare all’impresa 4.0.
Un confronto continuo basato sull’ascolto da parte della politica delle esigenze, delle difficoltà e delle necessità dei cittadini, di chi fa impresa, dei professionisti, di coloro che rappresentano il vero motore dell’economia italiana. Sul palco di #IdeeItalia si sono alternati relatori di alto profilo, tra cui Alessandra Ghisleri, Pietro Ichino, Giorgio Squinzi, Giorgio Spaziani Testa, Luca Ricolfi, Fabio Vaccarono, Roberto Cingolani, Maria Rita Parsi. Le migliori proposte emerse da ciascun workshop sono state raccolte e consegnate al presidente Berlusconi per integrare, arricchire un programma politico che vuol far tornare l’Italia protagonista.

Ma se #IdeeItalia rappresenta una scommessa vinta è anche merito vostro. Merito di chi è stato presente in ogni appuntamento, di chi è passato all’Hotel Gallia anche solo per un saluto o di chi è riuscito a mandare soltanto un “in bocca al lupo” per sms. Ad ogni modo, grazie per aver voluto far parte di questo bel progetto!

#IdeeItalia – La voce del Paese

di Mariastella Gelmini

L’Italia merita delle risposte, ma prima bisogna saperla ascoltare. Per questo motivo, venerdì 24, sabato 25 e domenica 26 novembre ci ritroviamo tutti all’Hotel Gallia di Milano per #IdeeItalia – La voce del Paese.
Come Coordinamento Forza Italia Lombardia, insieme al nostro capogruppo al Senato, Paolo Romani, stiamo organizzando una tre giorni dedicata al futuro dell’Italia, un intero fine settimana all’insegna del confronto e della buona politica a cui vi invito personalmente.

Workshop, approfondimenti e dibattiti per dar voce alla società civile, al mondo dell’impresa, del lavoro e delle professioni e per raccogliere le esperienze e le difficoltà vissute ogni giorno dagli italiani.
Con noi, infatti, ci saranno imprenditori, dirigenti, sindacati, professionisti, esperti, studenti, sindaci e amministratori: ci confronteremo, prenderemo appunti e insieme definiremo quelle proposte da mettere al centro del nostro prossimo programma politico.

Domenica 26 novembre, a partire dalle ore 9.30, le proposte emerse da ciascun workshop saranno consegnate direttamente al presidente Silvio Berlusconi con l’obiettivo di arricchire ulteriormente l’Albero della Libertà.
Come sempre, anche in vista dei prossimi appuntamenti elettorali, Forza Italia non vuole proporre agli italiani soluzioni imposte dall’alto, ma un programma scritto insieme.

So che siete curiosi di conoscere i dettagli dell’iniziativa!
Allora vi consiglio di sfogliare il nostro programma, che potete consultare ogni volta che volete sul sito www.ideeitalia.it.
Inoltre, vi suggerisco di registrarvi qui perché per poter partecipare all’iniziativa è necessario accreditarsi.

Vi aspetto!

Referendum, ecco tutti gli appuntamenti

Mancano poche settimane al voto del 22 ottobre e sono tante le iniziative in programma in tutta la Lombardia a favore del Sì. Ecco tutti gli appuntamenti: clicca sulla città e scopri di più! #VotaSì

 

Milano

Legnano (MI)

Pavia

Casteggio (PV)

Acquanegra sul Chiese (MN)

Sannazzaro de’ Burgondi

Peschiera Borromeo (MI)

Cella Dati (CR)

Ponti sul Mincio (MN)

 

Autonomia, così la Lombardia può continuare la sua corsa

di Mariastella GelminiMariastella Gelmini

Con il Referendum per l’autonomia del prossimo 22 ottobre, le regioni, a partire dalla Lombardia, chiedono risorse e autonomia per rilanciare crescita e sviluppo dei territori. Se l’unità nazionale, in un quadro europeo tutto da rinegoziare, è il dato di partenza, la Lombardia non può continuare ad essere appesantita dalla burocrazia e dall’insipienza del governo nazionale. Per proseguire la sua marcia e garantire all’intero Paese progresso e sviluppo, la nostra Regione deve poter contare sulle energie che produce. Il modello è quello federale, già praticato da Paesi come la Svizzera, gli Stati Uniti, il Canada. Un voto limpido all’autonomia lombarda può aiutare l’Italia ad imboccare la strada giusta, con una democrazia dei territori matura e un colpo alle burocrazie statali.
Non è un caso che questa scelta referendaria abbia gettato scompiglio a sinistra. Da Roma il Pd lancia scomuniche, ma sindaci e amministratori locali lombardi fanno la coda per costituire comitati a favore, sapendo che la scelta del centrodestra è una risposta onesta e chiara ai bisogni dei cittadini. E allora non resta che invitare a votare sì, per cambiare passo e costringere il governo Gentiloni a prendere atto della scelta dei lombardi. L’auspicio è che anche altre regioni d’Italia possano avviare le procedure per chiedere un referendum consultivo sul modello della Lombardia. Insomma, un federalismo differenziato come opportunità di rilancio che valorizzi competenze, esperienze e prospettive di sviluppo dei diversi territori.

Pubblicato in Blog